Biden blocca la costruzione del Muro con il Messico, ma restano il nodi dei contratti

Americhe

L’annuncio del neopresidente americano è chiaro ma gli appaltatori chiederanno risarcimenti alla nuova Amministrazione americana

di Redazione Esteri

default onloading pic
(Afp)

L’annuncio del neopresidente americano è chiaro ma gli appaltatori chiederanno risarcimenti alla nuova Amministrazione americana

2′ di lettura

L’avvio della presidenza Biden segna una svolta anche nelle tormentate relazioni bilaterali tra Stati Uniti e Messico. Uno dei primi annunci del neopresidente americano riguarda proprio lo stop alla costruzione del Muro tra i due Paesi.
Joe Biden lo aveva promesso in campagna elettorale e ha esplicitamente dichiarato che saranno sospesi i lavori su ogni progetto di costruzione del muro di confine meridionale, nella misura consentita dalla legge. Ciò dovrebbe avvenire rapidamente.

I numeri del Muro

L’Amministrazione Trump ha realizzato circa 730 chilometri di muro: di cui circa 130 chilometri sono nuove recinzioni che prima non esistevano mentre il resto sono rafforzamenti delle barriere precedentemente esistenti. Un intervento modesto rispetto alla promessa iniziale di Trump che puntava a costruire un “grande muro” lungo 1.600 chilometri. Lo stanziamento in discussione a metà del 2019 era di 5,7 miliardi di dollari. Si tratta di una cifra che equivale al reddito medio di quasi 100 mila cittadini statunitensi:

Loading…

L’annuncio di Biden

Le parole di Biden sono state queste: “Come ogni nazione, gli Stati Uniti hanno il diritto e il dovere di proteggere i propri confini e proteggere il proprio popolo dalle minacce. Ma costruire un muro massiccio che attraversi l’intero confine meridionale non è una soluzione politica seria. È uno spreco di denaro che distoglie l’attenzione da vere minacce alla sicurezza della nostra patria. La mia Amministrazione si impegna a garantire che gli Stati Uniti abbiano un sistema di immigrazione completo e umano che operi in modo coerente con i valori della nostra nazione. Sarà politica della mia Amministrazione che non vengano più deviati i dollari dei contribuenti americani per costruire un muro di confine”

Le incognite

Al di là degli annunci incoraggianti di Biden, rimangono sul tappeto varie incognite. Che ne sarà del muro di confine già parzialmente costruito, come quello dell’Arizona, ormai pronto? Quanto tempo e quanto denaro serviranno per riparare i danni inflitti alle comunità e agli ecosistemi lungo il confine tra Stati Uniti e Messico?

Il nodo delle richieste degli appaltatori

Infine vi è un altro tema scottante: riguardo ai finanziamenti già stati assegnati al muro, Biden ha già sospeso i lavori su tutti i progetti di costruzione mentre i funzionari svilupperanno un piano per reindirizzare il denaro. Di norma, i contratti governativi, compresi quelli per la costruzione di muri, contengono clausole che consentono una risoluzione totale o parziale, ha detto Grace M. Geiger, portavoce del Corpo degli ingegneri dell’Esercito americano.

Source link

Share

Written by bourbiza

Comments

Leave a Reply

Loading…

0